martedì 28 giugno 2011

Amalia Rodriguez canta Là Porque Tens Cinco Pedras










http://youtu.be/uMaFF0lx6lk








Lá Porque Tens Cinco Pedras (Fado Corrido)
Canta Amalia Rodriguez - La Reina del Fado
Registrada en Caracas, Hecho en Venezuela (ca. 1960) - Sonus LPS-1027

domenica 26 giugno 2011

Amore, metti da parte la tua lira - da Petali sulle ceneri, Rabindranath TAGORE



Amore,


metti da parte la tua lira,


lascia alle tue braccia


la libertà di stringermi.






Che il mio cuore


al tocco delle tue dita


raggiunga l’estremo limite dei sentimenti!



Non inclinare il capo,

non voltarlo,

ma dammi il tuo bacio

come un profumo a lungo tenuto in un calice.





Non attutire questo momento

con parole vane,

ma lascia che un’onda silenziosa

ci trascini verso gioie senza limiti.



- da Petali sulle ceneri -

Rabindranath TAGORE



...Eppure... - Gustave FLAUBERT





...Eppure... oggi...


non so quale forza mi ha spinto


ancora


verso di lei!


Non si lotta contra il cielo,


non si resiste al sorriso degli angeli!


Ci si lascia trasportare da ciò che è bello,


delizioso,


adorabile!


Gustave FLAUBERT

Prima di tutto l'uomo- Lettere dal carcere alla moglie Munever 1942, Nazim HIKMET






Non vivere su questa terra


come un estraneo


o come un turista nella natura.






Vivi in questo mondo


come nella casa di tuo padre:



credi al grano,


alla terra,


al mare,


ma, prima di tutto,


credi all'uomo.





Ama le nuvole,


le macchine,


i libri,


ma, prima di tutto,


ama l'uomo.





Senti la tristezza del ramo che secca,


dell'astro che si spegne,


dell'animale ferito che rantola,


ma, prima di tutto,


senti la tristezza e il dolore dell'uomo.





Ti diano gioia tutti i beni della terra:


l'ombra e la luce ti diano gioia,


le quattro stagioni ti diano gioia,


ma, soprattutto,


a piene mani ti dia gioia l'uomo!





ultima lettera al figlio

da LETTERE AL CARCERE ALLA MOGLIE MUNEVER 1942


Nazim HIKMET




sabato 25 giugno 2011

Il volto dell'amore - Jacques PREVERT



Il tenero e rischioso


volto dell'amore


mi è apparso la sera


di un giorno troppo lungo.





Forse era un arciere con l'arco


o forse un musicista con l'arpa


io non so più.




Io non so più nulla.




Tutto quello che so


è che m'ha ferita


forse con una freccia


forse con un canto.





Tutto quello che so


è che m' ha ferita


e ferita al cuore


scottante oh scottante


ferita dell'amore.





Jacques PREVERT

Bianche nubi - Herman HESSE

O guarda,
si librano di nuovo
come sommesse melodie
di belle dimenticate canzoni
verso il cielo blu!

Nessun cuore le può capire

al quale
durante un lungo viaggio
non si è aperto il sapere
di tutte le pene e gioie del cammino.

Le amo

così bianche e sciolte
come il sole,
il mare,
il vento,
perché sono sorelle ed angeli
di quelli senza casa e patria.



Herman HESSE

venerdì 24 giugno 2011

Speranza - Havel VACLAV, Disturbing the Peace







"O abbiamo la speranza in noi,


o non l'abbiamo;


è una dimensione dell'anima,


e non dipende da una particolare osservazione del mondo


o da una stima della situazione.





La speranza non è una predizione,


ma un orientamento dello spirito e del cuore;


trascende il mondo che viene immediatamente sperimentato,


ed è ancora da qualche parte


al di là dei suoi orizzonti..."





Havel VACLAV, Disturbing the Peace





Alzati! - Il segreto della vita - Miguel DE UNAMUNO

Abbiamo tutti idee e sentimenti potenziali

che passeranno dalla potenza all'azione

solo se giunge chi ce li risvegli.

Ognuno di noi porta dentro di sè

un Lazzaro che ha solo bisogno

di un Cristo che lo resusciti.

Disgraziati i poveri Lazzari

che terminano la loro carriera

di amori e dolori apparenti,

senza aver incontrato il Cristo

che dica loro: alzati!


Il segreto della vita - Miguel DE UNAMUNO

Cosa stiamo cercando - MIAO YIN




Di notte, a luce spenta,

fare il punto.

Ricapitolare. Fare chiarezza.

Passare in rassegna lentamente le azioni compiute

e considerare la loro effettiva necessità.

Potare i rami secchi.

Lavare via le impurità.

Ricondurre tutte le forze alle azioni necessarie

in vista di ciò che vogliamo si realizzi.

In quel momento non si odono voci, ne squilli.

Nessuna presenza dall'esterno.

In quel momento possono aversi rivelazioni dall'interno.

Pensieri sopiti possono affiorare

e nuove idee nascere.

Fra il sonno e la veglia c'è un momento di lucidità estrema

in cui possiamo dare una risposta alle nostre interrogazioni.

Cosa stiamo cercando?

Essere più chiari con se stessi.

Terminare ogni attività superflua

e priva di prospettive.


MIAO YIN

Così infelice - KUHN



Una delle ragioni

per cui la nostra società

è diventata così infelice

è che siamo isolati l'uno dall'altro.


KUHN


Non ci si libera - PAVESE






Non ci si libera di una cosa


evitandola,


ma soltanto attraversandola.



PAVESE

Ama - VOLTAIRE






Ama la verità ma perdona l'errore.




VOLTAIRE




Per rinfrescare lo spirito - MORANDOTTI






Per rinfrescare lo spirito


nulla giova


quanto tuffarsi nel mare dei sensi.



MORANDOTTI


Quello che un uomo - Oscar WILDE







Quello che un uomo veramente possiede

è quanto ha dentro di sè;

quanto ha fuori di sè

non dovrebbe avere la benchè minima importanza.


Oscar WILDE












Albert Bruce Sabin (Białystok, 26 agosto 1906Washington, D.C., 3 marzo 1993) è stato un medico e virologo polacco naturalizzato statunitense, famoso per aver sviluppato il più diffuso vaccino contro la poliomielite.

filantropo.

Sabin non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale da parte delle industrie farmaceutiche, cosicché il suo prezzo contenuto ne garantisse una più vasta diffusione della cura:
« Tanti insistevano che brevettassi il
vaccino, ma non ho voluto. È il mio regalo a tutti i bambini del mondo »
Dalla realizzazione del suo diffusissimo vaccino anti-
polio il filantropo Sabin non guadagnò quindi un solo dollaro, continuando a vivere con il suo stipendio di professore universitario.


I fanciulli - LEOPARDI




I fanciulli trovano il tutto anche nel niente,


gli uomini il niente nel tutto.





LEOPARDI

L'Originalità - NIETZSCHE




Ciò che fà l'originalità di un uomo

è che egli vede una cosa

che tutti gli altri non vedono.


NIETZSCHE

Il momento - PITTACO



Sappi riconoscere il momento opportuno.




PITTACO



Carpe diem! ;-D

Vivo - George LINNAEUS BANKS



Vivo per coloro che mi amano,

per coloro che mi conoscono veramente.





George LINNAEUS BANKS












Quando ti guarderai indietro - Henry DRUMMOND




Quando ti guarderai indietro


e ripenserai alla tua vita,


scoprirai che i momenti


in cui hai vissuto veramente


sono quelli in cui hai agito


nello spirito dell'amore.





Henry DRUMMOND



Come ti amo? Elizabeth BARRETT BROWNING




Come ti amo?


Lascia che te ne dica i modi.




Elizabeth BARRETT BROWNING


Due persone - Hans MARGOLIUS






Due persone


legate l'una all'altra


fanno un mondo.



Hans MARGOLIUS

giovedì 23 giugno 2011

La felicità della vita - COLERIDGE




La felicità della vita


è composta da frazioni infinitesimali:


di piccole elemosine,


presto dimenticate,


di un bacio,


di un sorriso,


di uno sguardo gentile,


di un complimento fatto col cuore.




COLERIDGE



mercoledì 15 giugno 2011

Fiducia & stima - Anonimo


Fiducia e stima

sono i due pilastri dell'amore.


Anonimo

Quando il tuo amore - Karl MARX



Quando il tuo amore

non produce amore reciproco

e attraverso la sua manifestazione di vita,

di uomo che ama,

non fa di te un uomo amato,

il tuo amore è impotente,

è una sventura.


Karl MARX

Poesia & Saggezza - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN




La poesia è saggezza che incanta il cuore.


La saggezza è poesia che canta nella mente.


Se potessimo incantare il cuore dell'uomo


e al tempo stesso


cantare alla sua mente,



allora in verità



egli vivrebbe all'ombra di Dio.







Sabbia e schiuma



Kahlil GIBRAN

Gli uomini che inseguono una moltitudine di donne - da L'insostenibile leggerezza dell'essere, Milan KUNDERA





Gli uomini che inseguono una moltitudine di donne possono facilmente essere distinti in due categorie.



Gli uni cercano in tutte le donne la donna dei loro sogni, un'idea soggettiva e sempre uguale.



Gli altri sono mossi dal desiderio di impadronirsi dell'infinità varietà del mondo femminile oggettivo.



L'ossessione dei primi è lirica: nelle donne essi cercano se stessi, il proprio ideale, e sono sempre e continuamente delusi perchè l'ideale, com'è noto, è ciò che non è mai possibile trovare.


Poichè la delusione che li spinge da una donna all'altra dà alla loro incostanza una sorta di scusa romantica, molte donne sentimentali sono commosse dalla loro ostinata poligamia.



L'altra ossessione è un'ossessione epica e in essa le donne non trovano nulla di commovente: l'uono non proietta sulle donne alcun ideale soggettivo, perciò ogni cosa lo interessa e nulla può deluderlo.


E proprio questa incapacità di rimanere delusi ha in sè qualcosa di scandaloso.


Agli occhi della gente, l'ossessione del donnaiolo epico appare senza riscatto (senza il riscatto della delusione).



Poichè il donnaiolo lirico insegue sempre lo stesso tipo di donna, nessuno si accorge che egli cambia amante; gli amici gli causano continui malintesi, perchè non sono capaci di distinguere le sue amiche e le chiamano tutte con lo stesso nome.



Nella loro caccia alla conoscenza, i donnaioli epici (e a questa categoria appartiene ovviamente Tomas) si allontanano sempre più dalla bellezza femminile convenzionale, della quale si stancano presto, e finiscono presto col diventare dei collezionisti di curiosità. Essi se ne rendono conto, ne provano un pò di vergogna e, per non mettere gli amici in imbarazzo, non si mostrano in pubblico con le loro amanti.




L'insostenibile leggerezza dell'essere, Milan KUNDERA

E' così dolce essere amati - Anonimo





E' così dolce essere amati


che ci accontentiamo talvolta dell'apparenza




Anonimo







Io per lo meno l'ho inteso che è così dolce essere amati...

che non vogliamo accorgerci quando veniamo ingannati

Iris

Io sono un viaggiatore - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN





Io sono un viaggiatore


e un navigatore,


e ogni giorno


scopro una regione nuova


nella mia anima.





Sabbia e schiuma



Kahlil GIBRAN


L'ovvio - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN




L'ovvio


è ciò che non si vede mai


finchè qualcuno


non lo esprime


con semplicità.


Sabbia e schiuma


Kahlil GIBRAN




Gli anziani per saggezza, i bambini per innocenza sono dei maestri.

Iris



Ridere - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN




Non si può ridere


ed essere scortesi


al tempo stesso.





Sabbia e Schiuma




Kahlil GIBRAN



Giovinezza e conoscenza - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN



Non puoi avere al tempo stesso

la giovinezza e la cognizione di essa:


la giovinezza è troppo occupata a vivere

per conoscere,


e la conoscenza è troppo occupata dalla ricerca di se stessa

per vivere.


Sabbia e schiuma


Kahlil GIBRAN

Mi reputano folle - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN

Mi reputano folle

perchè non voglio vendere

i miei giorni in cambio di oro,

e io li reputo folli

perchè pensano che i miei giorni

abbiano un prezzo.


Sabbia e Schiuma


Kahlil GIBRAN





Non ho nemici - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN




Non ho nemici, o Signore,



ma se devo averne uno



sia la sua forza pari alla mia,



perchè la verità sola



ne esca vincitrice.





Sabbia e schiuma



Kahlil GIBRAN

Siamo tutti prigionieri - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN





Siamo tutti prigionieri,



ma alcuni si trovano



in celle con finestre,



altri senza.





Sabbia e schiuma



Kahlil GIBRAN

La fede - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN




La fede è un'oasi nel cuore,

ove non giungerà mai

la carovana del pensiero.


Sabbia e schiuma


Kahlil GIBRAN

L'Amore - Percey Bisshe Shelley




L'Amore
sottoposto alla costrizione
non tarda ad appassire;
la libertà è la sua vera essenza.

E' incompatibile con l'obbedienza, la gelosia, la paura.



Esso è puro perfetto sconfinato solo quando i suoi seguaci vivono in un rapporto di fiducia, parità e riserbo.



Percey Bisshe Shelley

Per quanto ardue... - Emmet FOX




Per quanto ardue siano le difficoltà,


per disperata che sia la nostra visione delle cose,


intricato un problema


o grave un nostro errore,


un gesto adeguato d'amore


avrà la forza di risolvere ogni cosa.



Emmet FOX

Gli occhi di un bambino - Il manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO




Un guerriero della luce


presta attenzione


agli occhi di un bambino.




Perchè


quegli occhi


sanno vedere il mondo


senza amarezza.




Quando desidera sapere


se


chi sta al suo fianco


è degno di fiducia,


cerca di vedere la maniera


in cui lo guarda un bambino.




Il manuale del guerriero della luce pag. 17




Paulo COELHO

Momenti che si ripetono - Manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO




Un guerriero della luce sa che alcuni momenti si ripetono.

Spesso si trova davanti a problemi e situazioni che ha già affrontato.

Allora si sente depresso, e pensa di essere incapace di progredire nella vita,

giacchè i momenti difficili si sono ripresentati.


"Questo l'ho già passato," si lamenta con il suo cuore.


"E' vero l'hai vissuto," risponde il cuore. Ma non l'hai mai superato.


Il guerriero allora comprende che il ripetersi delle esperienze ha un'unica finalità:

insegnargli quello che non vuole apprendere.


Il manuale del guerriero della luce


Paulo COELHO

Quando un guerriero subisce un'ingiustizia - Il manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO




Quando un guerriero subisce un'ingiustizia,
generalmente cerca di restare solo:
per non mostrare il proprio dolore agli altri.


E' un comportamento positivo e negativo nello stesso tempo.


Una cosa è lasciare che il cuore curi lentamente le proprie ferite.

Un'altra è sprofondare nella meditazione tutto il giorno,
per paura di sembrare debole.


In ciascuno di noi esistono un angelo ed un demonio, e le loro voci sono molto simili.


Dinanzi alle difficoltà, il demonio alimenta questa conversazione solitaria,
cercando di mostrarci come siamo vulnerabili.


L'angelo ci fa riflettere sui nostri atteggiamenti, e a volte ha bisogno di una bocca per manifestarsi.


Un guerriero sa equilibrare solitudine e dipendenza.






Il manuale del guerriero della luce




Paulo COELHO



La spada del guerriero - Il manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO



La spada del guerriero della luce è nelle sue mani.

E' lui che decide ciò che farà e ciò che non farà mai, in nessuna circostanza.

Ci sono momenti in cui la vita lo conduce verso una crisi:

è costretto a separarsi da cose che ha sempre amato;

allora il guerriero riflette.

Considera se stia compiendo la volontà di Dio,

o se agisca per egoismo.

Qualora la separazione sia comunque sul suo cammino,

ebbene egli la accetta senza protestare.

Se, invece, la separazione è provocata dalla perversità altrui,

la sua risposta risulta implacabile.

Il guerriero possiede il colpo e il perdono.

Sa usarli entrambi con la stessa abilità.


Il manuale del guerriero della luce


Paulo COELHO


Le ombre della propria anima - Il manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO



Quando si vuole una cosa, l'Universo intero trama a favore. Il guerriero della luce lo sa.

Per questa ragione, presta grande attenzione ai propri pensieri.

Nascosti sotto tante buone intenzioni ci sono sentimenti che nessuno osa confessare a se stesso: la vendetta, l'autodistruzione, la colpa, la paura della vittoria, la gioia macabra dinanzi alla tragedia altrui.

L'Universo non giudica: cospira a favore di ciò che desideriamo.

Perciò il guerriero ha il coraggio di guardare le ombre della propria anima, e si domanda se non stia chiedendo qualcosa di sbagliato per se stesso.

E presta sempre grande attenzione a ciò che pensa.


Il manuale del guerriero della luce


Paulo COELHO

Onora la parola data - Il manuale del guerriero della luce, Paulo COELHO



Diceva Gesù:


"Che il tuo "si" sia "si", e che il tuo "no" sia "no".
Quando un guerriero si assume un impegno, mantiene la parola.


Coloro che promettono, e poi non mantengono, perdono il rispetto di sè stessi, si vergognano delle proprie azioni. La loro vita consiste nella fuga.


Essi sprecano molta più energia tradendo la parola data di quanta ne usi il guerriero della luce per mantenere le sue promesse.


Talvolta capita che anch'egli si assuma qualche sciocca responsabilità, da cui deriverà un danno.


Tuttavia non ripeterà mai questo comportamento.


Egli onora comunque la parola data e paga il prezzo della propria impulsività.




Il manuale del guerriero della luce


Paulo COELHO


domenica 12 giugno 2011

sabato 11 giugno 2011

Amico mio, Amore mio - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN

Amico mio,

tu ed io rimarremo stranieri alla vita,

e l'uno all'altro, e ciascuno a se stesso,

fino al giorno in cui parlerai e io ascolterò

credendo di ascoltare la mia voce;

e fino a quando mi ergerò

dinanzi a te

pensando di trovarmi dinanzi

ad uno specchio.

Sabbia e schiuma


Kahlil GIBRAN