lunedì 31 gennaio 2011

E' l'alba. S'illumina il mondo - Nazim HIKMET




E' l'alba. S'illumina il mondo
come l'acqua che lascia cadere sul fondo
le sue impurità. E sei tu, all'improvviso
tu, mio amore, nel chiarore infinito
di fronte a me.


Giorno d'inverno, senza macchia, trasparente
come vetro. Addentare la polpa candida e sana
d'un frutto. Amarti, mia rosa, somiglia
all'aspirare l'aria in un bosco di pini.


Chi sa, forse non ci ameremmo tanto
se le nostre anime non si vedessero da lontano
non saremmo così vicini, chi sa,
se la sorte non ci avesse divisi.


E' così, mio usignolo, tra te e me
c'è solo una differenza di grado:
tu hai le ali e non puoi volare
io ho le mani e non posso pensare.


Finito, dirà un giorno madre Natura
finito di ridere e piangere
e sarà ancora la vita immensa
che non vede non parla non pensa.


Nazim HIKMET


sabato 29 gennaio 2011

Anima & corpo - SANT'AGOSTINO






Il modo in cui lo spirito è unito al corpo

non può essere compreso dall'uomo,

e tuttavia in questa unione

consiste l'uomo.

SANT'AGOSTINO

L'umanità... - Sigmund FREUD



L'umanità
ha sempre barattato
un pò di felicità
per un pò di sicurezza.
Sigmund FREUD

Saggezza & Verità - Pietro ABELARDO


Il porsi costantemente dei problemi
sta alla base della saggezza.
Poichè attraverso il dubbio
siamo portati all'indagine,
e attraverso l'indagine
arriviamo alla verità.
Pietro ABELARDO

martedì 25 gennaio 2011

L'amore non limita - Cronaca - Nei recessi del cuore, Paulo COELHO


L'amore non limita, bensì amplia i nostri orizzonti:
ci fa vedere in modo assai nitido ciò che sta fuori,
ma ci consente di distinguere ancora più chiaramente
i luoghi oscuri dei nostri cuori.


Cronaca - Nei recessi del cuore, Paulo COELHO

domenica 23 gennaio 2011

Andare avanti - Paulo COELHO


Coloro che cercano di andare avanti,

ma al contempo desiderano conservare

una parte della loro vita passata,

finiscono per rimanere feriti da essa.


Cronaca - Sul cambiamento dei valori

Paulo COELHO

sabato 22 gennaio 2011

Il bambino - Rabindranath TAGORE



Il bambino chiama la mamma

e domanda: "Da dove sono venuto?

Dove mi hai raccolto?" La mamma

ascolta, piange e sorride

mentre stringe al petto il suo bambino.


"Eri un desiderio dentro al cuore."



Rabindranath TAGORE

Come ti vidi - Arrigo BOITO









Come ti vidi mi innamorai.

E tu sorridi perchè lo sai.


Arrigo BOITO

venerdì 21 gennaio 2011

Manuale del guerriero della luce - Paulo COELHO


Un guerriero della luce condivide

il proprio mondo con coloro che ama.

Cerca di esortarli a fare ciò che desidererebbero,

ma che evitano per mancanza di coraggio.


Paulo COELHO



giovedì 20 gennaio 2011

E' lunga... - Leonardo DA VINCI









E' lunga una vita spesa bene.


Leonardo DA VINCI










Leonardo di ser Piero da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452Amboise, 2 maggio 1519) è stato un artista, scienziato e pittore italiano. Uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento italiano, incarnò in pieno lo spirito della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell'arte e della conoscenza. Fu pittore, scultore, architetto, ingegnere, scenografo, anatomista, letterato, musicista e inventore. È considerato uno dei più grandi geni dell'umanità.
da Wikipedia

Certi uomini - Monica VITTI






Certi uomini,
che pretendono di essere amati per tutta la vita
pur avendo un carico enorme di difetti,
invece che con una donna
dovrebbero vivere con un cane.

Monica VITTI

Un'infinità di interrogativi solo... - Robert REDFORD




In genere ci si pone un'infinità di interrogativi
sul passato e sul futuro dell'umanità
soltanto per evitare di dare una soluzione
ai problemi pressanti del presente.
Robert REDFORD

mercoledì 19 gennaio 2011

Confessione di un'ottuagenario - Ippolito NIEVO






L'amore è una legge universale,
che ha tanti diversi corollari
quante sono le anime
che soggiacciono a lui.
Per dettarne praticamente
un trattato,
converrebbe formare
una biblioteca
nella quale
ogni uomo e ogni donna
depositasse
un volume
delle proprie osservazioni.
Si leggerebbero
le cose più magnanime
e più vili,
le più celesti
e le più bestiali
che possa immaginare
fantasia di romanziere.
Ippolito NIEVO

L'uomo - Ippolito NIEVO


















No, l'uomo non è un congegno meccanico

che produce umore e pensieri

ma è veramente un impasto d'eterno e di temporale,

di sublime e di osceno,

in cui la vita,

diffusa talvolta in questa parte o in quella

per trasformarlo

in un eroe o in una bestia.

Ippolito NIEVO

martedì 18 gennaio 2011

Canzone d'amore - Hermann HESSE

Per dire cos’ hai fatto
di me, non ho parole.

cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.

La notte mi par d’oro

più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella donna
dal capo biondo.

Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.

Guarda a lungo la notte
e una nube veloce -
per dire cos’ hai fatto di me,
non ho la voce.

Hermann HESSE

Mila & Shiro - due cuori nella pallavolo






The life is not a spectator sport
play it! :-)
Iris
Frase da maglietta: ma quante volte avremmo bisogno
di sentircela dire,
sussurrare,
ripetere...
per trovare la grinta, la determinazione
di "andarci a prendere" ciò che desideriamo. :-D

lunedì 17 gennaio 2011

L'ottimismo - LINUS e CHARLIE BROWN


LINUS: "Direi che è uno sbaglio preoccuparsi sempre del domani.
Forse dovremmo pensare solo all'oggi".

CHARLIE BROWN: "No, questo significa darsi per vinti.
Io spero ancora che ieri possa diventare migliore"

:-) & :-D

Dietro a questa battuta, questo paradosso, una verità: almeno secondo il mio punto di vista.
Ieri diventa migliore!
Parlate con un anziano del suo passato e lo farà sempre con una punta di nostalgia e di rimpianto.
Magari erano tempi brutti, magari c'era la guerra...

Ma le cose belle accadute ieri diventeranno sempre più belle e le cose brutte con il tempo, perderanno per strada parte del loro dolore e della loro negatività.

Conclusione: ieri può davvero diventare migliore! :-)

Sono un'inguaribile ottimista! ;-D

Iris

A gran parte di noi viene insegnato - Nathaniel BRANDON


A gran parte di noi viene insegnato
fin dall'infanzia
a dedicare maggior attenzione
ai segnali che provengono da altri individui
anzichè dall'interno di noi stessi.
Veniamo esortati a ignorare le nostre esigenze,
i nostri desideri,
per impegnarci a vivere
in base a ciò che gli altri
si aspettano da noi.

Nathaniel BRANDON



Penso che oltre alla razionalità: il cervello,
alla sfera sentimentale ed emotiva: il cuore,
si dovrebbe tenere, anche, in gran considerazione
quella parte primitiva, arcaica, istintiva
che sono le nostre viscere.
Sì, insomma, dovremmo dare retta alla nostra pancia ;-D
Iris

La canzone disperata - Pablo NERUDA


Emerge Il tuo ricordo dalla notte in cui sono.

Il fiume congiunge al mare il suo lamento ostinato.
Abbandonato come le banchine all'alba.

È l'ora di partire, oh abbandonato!
Piovono sul mio cuore fredde corolle.

Oh sentina di macerie, feroce covo di naufraghi!
In te si accumularono le guerre e i voli.

Da te spiegarono le ali gli uccelli del canto.
Tutto hai inghiottito, come la lontananza.

Come il mare, come il tempo. Tutto in te fu naufragio!
Era l'ora felice dell'assalto e del bacio.

L'ora dello stupore che splendeva come un faro.
Ansia di timoniere, furia di palombaro cieco,

torbida ebbrezza d'amore, tutto in te fu naufragio!
Nell'infanzia di nebbia la mia anima alata e ferita.

Esploratore perduto, tutto in te fu naufragio!
Ti attaccasti al dolore, ti aggrappasti al desiderio.

Ti abbatté la tristezza, tutto in te fu naufragio!
Feci indietreggiare la muraglia d'ombra,

andai oltre il desiderio e l'atto.
Oh carne, carne mia, donna che amai e persi,

te, in quest'ora umida, evoco e canto.
Come un bicchiere ospitasti l'infinita tenerezza,

e l'infinito oblio ti frantumò come un bicchiere.
Era la nera, nera solitudine delle isole,

e lì, donna d'amore, mi accolsero le tue braccia.
Era la sete e la fame, e tu fosti la frutta.

Era il dolore e la rovina, e tu fosti il miracolo.
Ah donna, non so come hai potuto contenermi

nella terra della tua anima, nella croce delle tue braccia!
Il mio desiderio di te fu il più terribile e breve,

il più inquieto ed ebbro, il più avido e teso.
Cimitero di baci, c'è ancora fuoco nelle tue tombe,

ancora bruciano i grappoli sbecchettati dagli d'uccelli.
Oh la bocca mordicchiata,

le membra baciate,oh i denti famelici, oh i corpi intrecciati.
Oh l'amplesso folle di speranza e di vigore

in cui ci congiungevamo e ci disperavamo.
E la tenerezza, lieve come l'acqua e farina.

E la parola appena iniziata sulle labbra.
Quello fu il mio destino e con esso viaggiò il mio desiderio,

con esso crollò il mio desiderio, tutto in te fu naufragio!
Oh sentina di macerie, in te tutto crollava,

quale dolore non esprimesti, quali onde non ti affogarono.
Di caduta in caduta ancora fiammeggiasti e cantasti.

In piedi come un marinaio a prua della nave.
Ancora fioristi in canti, ancora straripasti in correnti.

Oh sentina di macerie, pozzo aperto e amaro.
Pallido palombaro cieco, sciagurato fromboliere,

esploratore perduto, tutto in te fu naufragio!
È l'ora di partire, l'ora fredda e dura

che la notte ferma su ogni orologio.
Il cinturone rumoroso del mare cinge la costa.

Sorgono stelle fredde, emigrano neri uccelli neri.
Abbandonato come le banchine all'alba.

Solo l'ombra tremante si ritorce tra le mani.
Ah più in là di qualsiasi cosa. Ah ben più in là.
È l'ora di partire. Oh abbandonato!


Pablo NERUDA

Orgoglio & Vanità - Gustave FLAUBERT


L'orgoglio è una bestia feroce
che vive nelle caverne e nei deserti:
la vanità invece, come un pappagallo,
salta di ramo in ramo
e chiacchera in piena luce.
Gustave FLAUBERT

domenica 16 gennaio 2011

Il bene - GANDHI




Il bene viaggia a passo di lumaca.

Quelli che vogliono bene operare non sono egoisti,

non hanno fretta,

sanno che per impregnare la gente di bontà

occorre molto tempo.


GANDHI


Il sapere - Silvio PELLICO


Il sapere è soltanto dannoso

quando vi si unisca orgoglio;

vi si unisca umiltà,

e porta l'animo ad amare

più altamente Dio,

ad amare più altamente

il genere umano.

Silvio PELLICO

La meta - GANDHI



La meta si allontana sempre da noi.

Più avanziamo e più ci rendiamo conto

di quanto è scarso il nostro valore.

La soddisfazione sta nello sforzo,

non nella conquista.

un pieno sforzo è una vittoria piena.


GANDHI

Amore è - A. PANZINI


Amore è una volontà di vivere,
un disperato e oscuro bisogno che
ogni essere mortale sente di
generare la sua immortalità.
A. PANZINI

Niente oltre l'amore - Paulo COELHO



Non esiste niente oltre l'amore.
Esso continua a far girare il mondo
e mantiene le stelle sospese in cielo.

Cronaca - Appunti negli aeroporti, Paulo COELHO

sabato 15 gennaio 2011

Da Cento Sonetti d'amore - Pablo NERUDA


Se un giorno il tuo cuore si ferma,
se qualcosa smette di bruciare per le tue vene,
se la voce dalla tua bocca ti esce senza divenire parola,
se le tue mani si scordano di volare e s'addormentano,

Matilde, amore, lascia le tue labbra socchiuse
perchè quel tuo ultimo bacio deve durare con me,
deve restare immobile per sempre sulla bocca
perchè così accompagni anche me nella mia morte.

Morirò baciando la tua folle bocca fredda,
abbracciando il grappolo perduto del tuo corpo,
e cercando la luce dei tuoi occhi serrati.

E così quando la terra riceverà il nostro abbraccio
andremo confusi in una sola morte
a vivere per sempre l'eternità di un bacio.

Pablo NERUDA

Sonetto d'amore: A Matilde - Pablo NERUDA



Ormai sei mia. Riposa col tuo sonno nel mio sonno.
Amore, dolore, affanni, ora devono dormire.
Gira la notte sulle tue ruote invisibili
e presso me sei pura come l'ambra addormentata.
Nessuna più, amore, dormirà con i miei sogni.
Andrai, andremo insieme per le acque del tempo.
Nessuna viaggerà per l' ombra con me,
solo tu, sempre viva, sempre sole, sempre luna.
Ormai le tue mani aprirono i pugni delicati
e lasciarono cadere dolci segni senza rotta,
i tuoi occhi si chiusero come due ali grige,
mentr'io seguo l' acqua che porti e che mi porta:
la notte, il mondo, il vento dipanano il loro destino,
e senza te ormai non sono che il tuo sogno solo.
Pablo NERUDA

martedì 11 gennaio 2011

Il cammino di Santiago - Paulo COELHO



Abbi pietà di coloro che divengono schiavi
del legame di seta dell'Amore,
e si reputano padroni di qualcuno,
e provano gelosia,
e si uccidono con il veleno, e si torturano
perchè non riescono a vedere che l'amore
è mutevole come il vento e come tutte le cose.
Ma abbi ancora più pietà di coloro
che muoiono per la paura di amare,
e rifiutano l'amore in nome
di un Amore Maggiore che non conoscono.
Perchè costoro ignorano la Tua legge che dice:
"Chi beve l'acqua che io gli darò non avrà mai più sete."

Il cammino di Santiago - Paulo COELHO

L'amore - Lo Zahir, Paulo COELHO


L'amore è una forza selvaggia.
Quando cerchiamo di controllarlo, ci distrugge.
Quando tentiamo di imprigionarlo, ci rende schiavi.
Quando ci sforziamo di capirlo,
ci lascia smarriti e confusi.
lo Zahir Paulo COELHO

Brida - Paulo COELHO


Altre volte aveva sperimentato l'amore,
ma fino a quella sera l'amore significava anche paura.
Quella paura, per quanto piccola fosse,
era sempre un velo attraverso il quale
lei poteva scorgere quasi tutto, ma non i colori.
E in quel momento, davanti alla sua Altra Parte,
sentiva che l'amore era una sensazione
intimamente legata ai colori,
come migliaia di arcobaleni sovrapposti gli uni agli altri.
Quante cose ho perduto per la paura di perdere!

Brida - Paulo COELHO

lunedì 10 gennaio 2011

Manuale del guerriero della luce - Paulo COELHO


Il guerriero rischia il proprio cuore solo per qualcosa per cui valga la pena.

La strega di Portobello - Paulo COELHO






Il vero amore resiste alle distanze





Paulo COELHO





qualsiasi distanza... :-)
Iris




Cronaca - Convenzione sui feriti in amore - Paulo COELHO



Tutti gli amanti, maschi o femmine,

devono essere avvertiti che l'amore,

oltre a costituire una benedizione,

è anche qualcosa di estremamente pericoloso e imprevedibile,

capace di arrecare seri danni.

Di conseguenza, chi si propone di amare

deve sapere che sta per esporre il proprio corpo

e la propria anima a ferimenti di vario tipo,

e in nessun momento potrà incolpare il partner,

giacchè il rischio è identico per entrambe.


Cronaca - Convenzione sui feriti in amore, Paulo COELHO

domenica 9 gennaio 2011

L'amore - STENDHAL




L'amore è un fiore bellissimo
che però bisogna avere il coraggio
di cogliere
sull'orlo di uno spaventoso precipizio.
STENDHAL

Ma nel matrimonio - Nicolas CHAMFORT


In amore basta piacersi
per le proprie qualità amabili
o per le proprie attrattive.
Ma nel matrimonio,
per essere felici,
bisogna amarsi, o almeno,
accordarsi nei difetti.
Nicolas CHAMFORT

La magia del primo amore - Benjamin DISRAELI


La magia del primo amore
sta nel non sapere
che esso può finire.
Benjamin DISRAELI

sabato 8 gennaio 2011

Mi piaci quando taci - Pablo NERUDA


Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lontano e la mia voce non ti tocca.
sembra che si siano dileguati i tuoi occhi
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.


Siccome ogni cosa è piena della mia anima
tu emergi dalle cose, piena dell'anima mia.
Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima,
e assomigli alla parola malinconia.


Mi piaci quando taci e sei come distante.
Sembri lamentarti farfalla che tuba.
E mi ascolti da lontano e la mia voce non ti giunge:
lascia che io taccia con il silenzio tuo.


Lascia che ti parli anche con il tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e stellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.


Mi piaci quando taci perchè sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Poi basta una parola, un sorriso.
E sono felice, felice che non sia vero.


Pablo NERUDA

martedì 4 gennaio 2011

L'amore ci salva - Sulla sponda del fiume Diedra mi sono seduta e ho pianto, Paulo COELHO


Nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore,
anche l'amore muove per venirci incontro.
E ci salva.
Paulo COELHO

Scrivo a te donna - Salvatore FIUME





Ogni mattina, dopo il segno della croce,


scriverti


è come recitare una preghiera.


Non si può far di peggio,


ma io so fare di meglio.


Ora che non ti vedo,


di buon mattino,


mentre tutti dormono,


prendo la penna, come un ladro prenderebbe


la chiave di un forziere,


e con la penna


rubo la vita che non mi appartiene


e scavo un camminamento


per raggiungere te che, contro ogni legge,


considero mia.






Salvatore FIUME

lunedì 3 gennaio 2011

da Il guerriero della luce - Paulo COELHO







Il guerriero della luce accetta le proprie passioni,
e le vive intensamente.
Sa che non è necessario rinunciare
all'entusiasmo delle conquiste:
esse fanno parte della vita,
e ne gioisce con tutti coloro che ne partecipano.
Ma non perde mai di vista le cose durature,
e i solidi legami creati attraverso il tempo.
Un guerriero sa distinguere ciò
che è transitorio da quello che è definitivo.







Il Manuale del Guerriero della luce - Paulo COELHO

L'arte dell'amore - Undici Minuti, Paulo COELHO



L'arte dell'amore è come la pittura:
richiede tecnica, pazienza e,
soprattutto, inventiva tra gli amanti.
Ed esige anche audacia: bisogna andare
al di là di ciò che è convenzionalmente definito
con l'espressione "fare l'amore".

Undici Minuti - Paulo COELHO


L'amore giustifica - Il vincitore è solo, Paulo COELHO



L'amore giustifica alcuni gesti

che gli esseri umani sono incapaci di comprendere -

a meno che non stiano vivendo questo amore.


Il vincitore è solo - Paulo COELHO

domenica 2 gennaio 2011

da Il Manuale del guerriero della luce - Paulo COELHO

Il guerriero della luce sa che le battaglie che ha
ingaggiato nel passato gli hanno sempre insegnato qualcosa.

Eppure, molti di questi insegnamenti

hanno fatto soffrire il guerriero più del necessario.
Più di una volta ha perduto il proprio tempo,
battendosi per una menzogna.
E ha sofferto per uomini che non erano
all'altezza del suo amore.


Manuale del guerriero della luce - Paulo COELHO

Gli incontri - Undici Minuti, Paulo COELHO







Gli incontri avvengono quando

arriviamo ad un limite,

quando abbiamo bisogno

di morire e rinascere emotivamente.



Undici Minuti - Paulo COELHO









L'amore non impedisce - L'alchimista, Paulo Coelho



L'amore non impedisce
mai a un uomo
di seguire la proprio Leggenda Personale.
Se questo accade,
è soltanto perchè non si trattava di vero amore,
di quell'Amore che parla
il Linguaggio del mondo.

L'alchimista, Paulo COELHO