lunedì 27 dicembre 2010

E' Natale - MADRE TERESA di Calcutta



E’ Natale ogni volta


che sorridi a un fratello


e gli tendi la mano.


E’ Natale ogni volta


che rimani in silenzio


per ascoltare l’altro.


E’ Natale ogni volta

che non accetti quei principi

che relegano gli oppressi

ai margini della società.

E’ Natale ogni volta

che speri con quelli che disperano

nella povertà fisica e spirituale.

E’ Natale ogni volta


che riconosci con umiltà

i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta

che permetti al Signore

di rinascere per donarlo agli altri.




Madre Teresa di Calcutta


sabato 25 dicembre 2010

Noi saremo - Paul VERLAINE



Noi saremo, a dispetto di stolti e di cattivi

che certo guarderanno male la nostra gioia,
talvolta, fieri e sempre indulgenti, è vero?

Andremo allegri e lenti sulla strada modesta
che la speranza addita, senza badare affatto

che qualcuno ci ignori o ci veda, è vero?
Nell’amore isolati come in un bosco nero,

i nostri cuori insieme, con quieta tenerezza,
saranno due usignoli che cantan nella sera.

Quanto al mondo, che sia con noi dolce o irascibile,
non ha molta importanza. Se vuole, esso può bene

accarezzarci o prenderci di mira a suo bersaglio.
Uniti dal più forte, dal più caro legame,

e inoltre ricoperti di una dura corazza,

sorrideremo a tutti senza paura alcuna.
Noi ci preoccuperemo di quello che il destino

per noi ha stabilito, cammineremo insieme

la mano nella mano, con l’anima infantile

di quelli che si amano in modo puro, vero?


Paul VERLAINE

Se tu non parli - Rabindranath TAGORE



Se tu non parli

riempirò il mio cuore del tuo silenzio

e lo sopporterò.

Resterò qui fermo ad aspettare come la notte

nella sua veglia stellata

con il capo chino a terra

paziente.

Ma arriverà il mattino

le ombre della notte svaniranno

e la tua voce

in rivoli dorati inonderà il cielo.

Allora le tue parole

nel canto

prenderanno ali

da tutti i miei nidi di uccelli

e le tue melodie

spunteranno come fiori

su tutti gli alberi della mia foresta.


Rabindranath Tagore

Senza parlare... - Rabindranath TAGORE



Senza parlare

sei arrivata

come una vera regina,

di nascosto

hai posato i piedi

dentro l'anima.


Rabindranath Tagore

venerdì 24 dicembre 2010

La linea sottile - Luciano LIGABUE




la linea sottile fra baciare e mangiare la linea sottile fra venire e partire
c'è una linea sottile
fra star fermi e subire
cosa pensi di fare?
da che parte vuoi stare?








http://http//www.youtube.com/watch?v=wo8PnIQ4Z-M


A mia volta mi fido del mondo

non ti dico le botte che prendo

Non c'è modo di starsene fuori

da ciò che lo rende tremendo e stupendo.


La canzone rimasta nel vento

le sorprese che fa il firmamento

ed i primi che mangiano tutto

e gli ultimi pagano tutto quel conto


per il cielo è un po' presto

per l'inferno non c'è posto

per qualcuno è solo buio pesto


a mia volta ti apro la casa

e ti trovi davanti un vampiro

che a mia volta devo succhiare

tutto l’amore che riesco a rubare per me


la linea sottile fra baciare e mangiare

la linea sottile fra venire e partire

c'è una linea sottile

fra star fermi e subire

cosa pensi di fare?

da che parte vuoi stare?


A mia volta non smetto di andare

anche se non si sa ancora dove

a mia volta invecchio alla svelta

perché non rinuncio a una certa illusione

una faccia che sembra destino

ed un vecchio che torna bambino

e traguardi che sono partenze

e un tramonto che è come un mattino


per il cielo è un po’ presto

per l’inferno non c’è posto

per qualcuno è solo l’antipasto


a mia volta mi lascio un po' stare

e mi faccio un periodo di mare

che a mia volta non è che mi cerco

che poi non si sa cosa posso trovare da me


la linea sottile fra il tuo bene e il tuo male

la linea sottile fra dormire e sognare

c’è una linea sottile fra tacere e subire

cosa pensi di fare?

Da che parte vuoi stare?


Vuoi vedere che non era niente

vuoi vedere che era già tutto lì

vuoi vedere che è venuto il tempo

e che è facile cosi


fra la voglia e il piacere

fra la noia e il bicchiere

c’è una linea sottile fra aspettare e scoppiare

cosa pensi di fare?

Da che parte vuoi stare?


la linea sottile fra baciare e mangiare

la linea sottile fra venire e partire

C'è una linea sottile

fra star fermi e subire

cosa pensi di fare?

Da che parte vuoi stare?
Luciano LIGABUE

giovedì 16 dicembre 2010

Ci sei sempre stata - Luciano LIGABUE


http://http//www.youtube.com/watch?v=RX9a2VqdzZE





Più ti guardo e meno lo capisco

da che posto vieni

forse sono stati tanti posti


tutti da straniera

chi ti ha fatto gli occhi e quelle gambe

ci sapeva fare

chi ti ha dato tutta la dolcezza

ti voleva bene

quando il cielo non bastava

non bastava la brigata

eri solo da incontrare

ma tu ci sei sempre stata

quando si allungava l'ombra

sopra tutta la giornata

eri solo più lontana

ma tu ci sei sempre stata


più ti guardo e più mi meraviglio

e più ti lascio fare

che ti guardo e anche se mi sbaglio

almeno sbaglio bene

il futuro è tutto da vedere

tu lo vedi prima

me lo dici vuoi che mi prepari

e sorridi ancora...

quando il tempo non passava

non passava la nottata

eri solo da incontrare

ma tu ci sei sempre stata

e anche quando si gelava

con la luna già cambiata

eri solo più lontana

ma tu ci sei sempre stata

nemmeno un bacio

che sia stato mai sprecato

nemmeno un gesto così…

nemmeno un bacio

che sia stato regalato

nemmeno un gesto

tanto per

così

Più ti guardo e meno lo capisco

quale giro hai fatto

ora parte tutto un altro giro

e ho già detto tutto

quando il cielo non bastava

non bastava la brigata

eri solo da incontrare

ma tu ci sei sempre stata

quando il tempo non passava

non passava la nottata

eri solo più lontana

ma tu ci sei sempre stata


Luciano LIGABUE